Dall’ultimo numero

  • Editoriale Ottobre 2022
    Care lettrici, cari lettori Nello stesso giorno in cui l’Italia è stata chiamata a votare su Camera e Senato, la Svizzera ha vissuto un «super Sunday» con tre temi pesanti all’ordine del giorno. Rispetto ai risultati piuttosto netti delle elezioni nella penisola, gli esiti sulle due riforme proposte in Svizzera sono stati molto più risicati. Di particolare interesse sono state le considerazioni [Leggi tutto...]
  • La Svizzera (e gli uomini) hanno deciso: donne in pensione a 65 anni
    Un «super Sunday» con il fiato sospeso: molto tirate le votazioni sull’AVS e sull’imposta preventiva. Nessuna chance per l’iniziativa sull’allevamento intensivo. Una domenica in cui sono riemersi in tutta la loro ampiezza il Röstigraben – la divisione culturale tra la Svizzera tedesca e quella romanda – lo spaccato tra città-campagna e, per quanto riguarda l’AVS, quello tra uomini e donne. [Leggi tutto...]
  • rubrica legaleResidenza fiscale e bed & breakfast in italia
    I criteri del Testo Unico delle Imposte sui Redditi e l’inversione dell’onere probatorio Gentilissimo Avvocato Wiget, Sono una vostra affezionata lettrice perché trovo che con la vostra rubrica date dei preziosissimi aiuti e chiarimenti su questioni particolari e spesso complesse. Dimostro il mio apprezzamento e l’importanza della pubblicazione della Gazzetta Svizzera tramite un cospicuo [Leggi tutto...]
  • La collaborazione tra le autorità svizzere e quelle italiane è ottima
    Intervista di Gazzetta Svizzera a 360° con il colonnello Silvio Tognetti, Capo Dogana Sud con giurisdizione nel Canton Ticino e nel Canton Uri. Tognetti ci parla della collaborazione transfrontaliera, la “nuova sicurezza” e i flussi migratori. All’inizio di quest’anno, l’Amministrazione federale delle dogane è stata rinominata Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC), [Leggi tutto...]
  • Il bunker del Sonnenberg attira gli sguardi a seguito della guerra in Ucraina
    Con i suoi 20’000 posti, il rifugio antiatomico del Sonnenberg, inaugurato nel 1976 a Lucerna, è stato per molto tempo la più grande infrastruttura al mondo di questo tipo. La visita di questo testimone della guerra fredda assume un nuovo significato con il ritorno della guerra in Europa. Un parco per bambini, con sabbiera e altalene, accanto a una piccola collina. Proprio accanto ad esso, un [Leggi tutto...]
  • Trasferirmi in Svizzera mi ha dato la libertà
    I servizi di educationsuisse si indirizzano ai giovani svizzeri all’estero e agli studenti delle scuole svizzere all’estero. La svizzera all’estero Brigitte König è venuta dall’America Latina in Svizzera per la sua formazione. Qui ci racconta la sua esperienza. «Sono cresciuta in Paraguay, in Sud America. Mio padre aveva conosciuto mia madre durante un viaggio intorno al mondo e in seguito è [Leggi tutto...]
  • Cavolo al forno
    Visita culinaria tra i Cantoni [Nidvaldo] La ricetta del cavolo al forno del cantone di Nidvaldo è preparata con prosciutto, patate e pancetta e ha un sapore delizioso! In collaborazione con gutekueche.ch In molte regioni della Svizzera centrale, la fine dell’estate è contraddistinta dalle feste del raccolto. Questi eventi dalle radici religiose rappresentano un’importante occasione di incontro [Leggi tutto...]
  • L’UGS va in vacanza…in Calabria!
    Racconti dalla “punta” d’Italia Cinque fortunati membri del comitato di Unione Giovani Svizzeri hanno avuto il privilegio di trascorrere un paio di giorni in compagnia a Reggio Calabria. È stato un momento davvero speciale, di cui vogliamo offrirvi un breve resoconto. Invitati già da mesi dal Console onorario di Svizzera Renato Vitetta – persona dal cuore d’oro e con una verve ineguagliabile – [Leggi tutto...]
  • Quando il meno diventa più… la pittoresca vita di Bruno Carati
    La sua prima mostra a Lugano negli anni ’50 e il successo internazionale del “pittore senza mani”. Il figlio Alan testimone di un’esistenza straordinaria Lugano – Al mondo c’è chi spreca, in un modo o nell’altro, la propria vita, ma nel mondo arrivano anche persone capaci di compiere un’esistenza completa e appagante. Queste ultime possono anche avere corpi imperfetti ma posseggono doti [Leggi tutto...]
  • Elenco sostenitori che hanno versato 50 euro o più da gennaio a giugno 2022
    Un grazie di cuore a tutti! RICCI VITTORIO-RICHNER ELSA         500,00 MAIER JORG KARL         400,00 TANGARI FILIPPO         300,00 HUBER JOERG MICHAEL         250,00 ROTOLONI AGNES         250,00 VILLA ALESSANDRO         240,00 DEFINTI GIAN FRANCO         200,00 DI MARTINO GIORGIO BENEDETTO ERNESTO         200,00 FEDERICI PIO         200,00 INDERBITZIN HELENA MARIA MARTHA-PAPETTI-INDERBI [Leggi tutto...]
  • Svizzera – Liechtenstein: due vicini che si avvicinano ulteriormente
    Le relazioni bilaterali tra la Svizzera e il Liechtenstein sono già oggi eccellenti. Esse sono ora rafforzate da un accordo supplementare sulla rappresentanza degli interessi consolari del Liechtenstein da parte della Svizzera. La Svizzera e il Principato del Liechtenstein hanno numerose cose in comune, tra cui 41,3 chilometri di frontiere, uno spazio economico comune dal 1924 e l’unione [Leggi tutto...]

La telefonata tra Roger Federer e Robert De Niro

Top news - TV Svizzera tvsvizzera.it è il titolo, l`url, lo slogan del portale della Società svizzera di radiotelevisione (SSR) per il pubblico italiano e italofono. tvsvizzera.it sotto la responsabilità editoriale di swissinfo.ch, il servizio plurilingue della SSR.

  • Pellicole di Charlie Chaplin bloccate al confine italo-svizzero
    by tvsvizzera.it/MaMi con Keystone-ATS on 29 Settembre 2022 at 16:24

    Sceneggiature illustrate e pellicole originali del grande cineasta statunitense vissuto in Svizzera sequestrate dalla procura di Aosta. Storyboard di pellicole di Charlie Chaplin come "Luci della ribalta", "Luci della città", "Il monello", insieme a diversa corrispondenza riconducibile al grande cineasta del Novecento, sono state poste sotto sequestro dalla procura di Aosta. Il tutto era contenuto in 49 scatoloni bloccati al traforo del Gran San Bernardo, alla frontiera con la Svizzera, il 5 settembre scorso, per la mancanza dell'autorizzazione a esportare beni di interesse artistico e storico. Storyboard (ossia la sceneggiatura illustrata) e lettere - hanno appurato gli inquirenti - hanno provenienza lecita ma in mancanza del permesso è stato ritenuto necessario applicarvi i sigilli. La documentazione - ha accertato la procura - appartiene a un cittadino francese legato a una società che gestisce i diritti di Charlie Chaplin ed era stata prestata alla Cineteca di Bologna per un...

  • Nessun esodo del pieno dal Ticino alla Lombardia
    by tvsvizzera.it/fra con RSI on 21 Settembre 2022 at 8:02

    Sebbene la benzina costi meno in Italia grazie allo sconto sulle accise decise da Roma, non c'è stato il paventato "esodo" di svizzeri nel Varesotto, se non in qualche distributore di carburante prossimo al confine. In compenso il settore, anche in queste aree confine, mantiene alta la guardia poiché c'è il timore che lo sconto sulle accise non abbia vita lunghissima. A dirlo senza mezzi termini è stato uno che, per il suo incarico, è sempre molto informato per quel che riguarda il mondo della distribuzione di carburante in un'area davvero estesa che è quella della provincia di Varese: si tratta di Massimo Sassi, presidente della Federazione Autonoma Italiana Benzinai (FAIB) - Confesercenti regionale Lombardia, sede territoriale di Varese. Come detto, rispetto allo sconto sulle accise deciso dal Governo italiano e prorogato fino al 17 ottobre prossimo, i benzinai rimangono in attesa di conferme per sapere cosa accadrà dopo le elezioni politiche del prossimo 25 settembre. Si...

  • L'Italia garantirà il gas al Ticino
    by tvsvizzera.it/MaMi con Keystone-ATS on 19 Settembre 2022 at 18:23

    La fornitura di gas naturale in Ticino dipende oggi da Roma, che si è impegnata nell'approvvigionare il cantone italofono anche in futuro. L'Italia è cosciente della situazione particolare del Canton Ticino e si impegnerà per garantire la fornitura di gas al cantone. Lo indica il Consiglio federale rispondendo per iscritto a un quesito del deputato ticinese Marco Romano (Centro) posto durante la tradizionale "ora delle domande". Ricordando che in Ticino la fornitura di gas naturale dipende esclusivamente dall'Italia, Romano voleva conoscere lo stato attuale delle discussioni in merito al un accordo di mutuo sostegno in caso di crisi. Il ticinese voleva anche sapere se la vicina Penisola avrebbe la facoltà di interrompere l'approvvigionamento del cantone sud alpino. Nella sua risposta, il Consiglio federale ha detto che l'Ufficio federale dell'energia (UFE) ha avuto colloqui con il Ministero italiano della transizione ecologica (MITE) in merito alla questione...

  • Quando il Ticino si trasformò in Far West ed ebbe il suo assalto al treno
    by tvsvizzera.it/mar on 12 Settembre 2022 at 17:51

    Quarant'anni fa un gruppo di criminali destò sensazione in Ticino e nella vicina Italia, rapinando un treno. Una vicenda che non è mai stata risolta. L'approfondimento della trasmissione Il Quotidiano. "Come nel Far West. Hanno assaltato il treno in cinque, armati con pistola e fucili ed hanno rapinato il bottino: oro e altri valori destinati a Zurigo. Banditi decisi a tutto: non hanno esitato a sparare per forzare la porta del vagone postale ed a percuotere, brutalmente il conducente del treno ed il responsabile del convoglio": il Giornale del Popolo descriveva così, l'indomani della rapina, quanto avvenuto il primo febbraio sul treno 581, proveniente da Genova, partito da Chiasso alle 19.49 e diretto, come detto, a Zurigo. Il convoglio è appena ripartito dalla stazione di Lugano. Dopo pochi minuti, un passeggero si alza e tira il freno di emergenza. Il treno si ferma in piena campagna, all'altezza di Vezia. Diversi uomini corrono verso il vagone postale. Uno di loro sfonda la...

  • Il Ticino è il cantone più povero della Svizzera?
    by Patti Chiari, RSI on 10 Settembre 2022 at 11:15

    Un confronto intercantonale tra stipendi e costo della vita, e un concorso per rispondere a una domanda: i ticinesi sono i più poveri del Paese? A Zurigo può costare anche più di 5 franchi, in Ticino si può bere spendendone appena 2. Sono gli alti e bassi del caffè espresso consumato nei bar della Confederazione. Un indice che traccia una mappa dei prezzi in Svizzera e che offre lo spunto per la prima edizione di Patti Chiari dopo la pausa estiva. Ma non è solo una questione di prezzi. Il caffè può anche costare 5 franchi, se lo stipendio mi permette di gustarmelo. E allora si scopre che il salario mediano (quello che divide in due la popolazione, tra chi è sotto e chi è sopra una determinata cifra) a Zurigo è di 7’113 franchi al mese. Non c’è che dire: il più alto della Svizzera. Ma non si scherza nemmeno a Basilea: 6’789 franchi, a Ginevra: 6'731, nei Grigioni: 6’585. E in Ticino? Da anni ormai siamo gli ultimi in classifica, ci dobbiamo accontentare di 5’546 franchi al mese.

Top news - TV Svizzera tvsvizzera.it è il titolo, l`url, lo slogan del portale della Società svizzera di radiotelevisione (SSR) per il pubblico italiano e italofono. tvsvizzera.it sotto la responsabilità editoriale di swissinfo.ch, il servizio plurilingue della SSR.

  • Il mito cinematografico di James Bond nasceva 60 anni fa
    by tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS on 5 Ottobre 2022 at 21:00

    Risuona ormai da 60 anni la presentazione tipica della spia britannica più famosa: 'Il mio nome è Bond, James Bond'. Era il 5 ottobre del 1962 quando nel Regno Unito usciva nelle sale cinematografiche 'Dr No' (Agente 007 - Licenza di uccidere), il primo capitolo della serie dedicata all'agente segreto britannico e ispirata al romanzo 'Licenza di uccidere' di Ian Fleming. Nessuno avrebbe immaginato che una pellicola prodotta a basso costo sarebbe diventata un grande successo commerciale e un vero e proprio brand che affascina qualsiasi tipo di spettatore da 60 anni. Il film, diretto da Terence Young e prodotto da Harry Saltzman e Albert R. Broccoli (EON Productions), portava sullo schermo un giovane attore scozzese all'epoca praticamente sconosciuto, Sean Connery, mentre il ruolo della Bond girl principale, 'Honey Ryder', venne dato a Ursula Andress, il cui bikini bianco da lei stessa disegnato divenne leggendario. Connery fu protagonista in totale di sette James Bond, l'ultimo nel...

  • Il Nobel per la fisica a tre pionieri della fisica quantistica
    by Keystone-ATS on 4 Ottobre 2022 at 19:18

    Sono il francese Alain Aspect, lo statunitense John F. Clauser e l'austriaco Anton Zeilinger i vincitori del Nobèl per la fisica del 2022. Un riconoscimento che premia degli esperimenti che promettono di rivoluzionare il mondo dell'informatica. Computer velocissimi, teletrasporto dell'informazione quantistica e trasmissioni di dati impenetrabili dai più abili degli hacker, orologi atomici così precisi da rendere millimetrica la precisione dei navigatori satellitari e più sicure le auto autonome, misure più puntuali al servizio di sensori e diagnosi: è il futuro reso possibile dalle ricerche premiate con il Nobel per la Fisica a Alain Aspect, John Clauser e Anton Zeilinger. Sono ricerche cominciate mezzo secolo fa e allora considerate pure speculazioni filosofiche, una perdita di tempo ai fini della carriera. Il punto di partenza era il fenomeno per cui due particelle si comportano all'unisono, assumendo le stesse proprietà, anche quando sono lontane fra loro. I fisici quantistici...

  • Il Nobel per la medicina allo svedese Svante Pääbo
    by tvsvizzera.it on 3 Ottobre 2022 at 19:16

    Il ricercatore 67enne è tra i fondatori della paleogenomica, la disciplina che ha consentito di conoscere il genoma degli ominidi. L'attribuzione del riconoscimento a Svante Pääbo, come precisato in conferenza stampa a Stoccolma oggi, lunedì, è motivata con le scoperte del 67enne scienziato che concernono i genomi degli ominidi estinti e l'evoluzione umana. In particolare per aver realizzato con il suo lavoro di precursore "ciò che sembrava impossibile", ossia la sequenziazione del genoma dell'uomo di Neanderthal. "Le sue scoperte, rivelando le differenti genetiche che distinguono gli umani viventi dagli ominidi scomparsi, hanno gettato le basi per esplorare ciò che rende noi esseri umani così unici", sottolinea nella sua motivazione l'assemblea del Nobel dell'istituto Karolinska di Stoccolma. Svante Pääbo, nato a Stoccolma nel 1955, è figlio della chimica estone Karin Pääbo e di un altro Premio Nobel per la medicina: suo padre, il biochimico Sune Karl Bergstrom, è stato infatti...

  • Il San Gottardo come non si era mai visto
    by tvsvizzera.it/mrj on 23 Settembre 2022 at 19:45

    Il San Gottardo come non l’avete mai visto: al Politecnico federale di Zurigo (ETHZ) è possibile ammirare in questi giorni un modello digitale del paesaggio fra Bodio ed Erstfeld. Nel grande atrio del Politecnico di Zurigo in questi giorni è possibile ammirare il massiccio del San Gottardo come non era mai stato visto finora. Si tratta di un modello digitale estremamente preciso del paesaggio fra Bodio ed Erstfeld, con boschi, villaggi, strade, ma anche tunnel sotterranei. Grazie a una tecnologia innovativa si può guardare il San Gottardo da più prospettive contemporaneamente proiettate su grande schermo. Nel modello appaiono strutture che normalmente non sono visibili, come per esempio le gallerie elicoidali della vecchia linea ferroviaria nella montagna intorno alla celebre chiesa di Wassen. “Siamo completamente nel sottosuolo, come se fossimo una talpa, vediamo una realtà del tutto diversa rispetto a quella a cui siamo abituati", ha raccontato ai microfoni della...

  • Al via lo Zurich Film Festival
    by tvsvizzera.it/mrj con Keystone-ATS on 22 Settembre 2022 at 16:40

    Inizia oggi 22 settembre e si protrarrà fino al 2 ottobre uno degli appuntamenti cinematografici più importanti (e criticati) della Svizzera. Centoquarantasei film (di cui 18 svizzeri) provenienti da 49 Paesi, undici giorni di cinema, ospiti del calibro di Charlotte Gainsbourg, Sir Ben Kingsley o ancora Eddie Redmayne che sfileranno sul tappeto verde: inizia oggi e si protrarrà fino al 2 ottobre lo Zurich Film Festival (ZFF), il cui motto per questa 18esinma edizione è “…perché la vita è più bella con i film”. Dopo due anni di pandemia, la kermesse torna a essere in presenza. È stato più facile anche da organizzare, spiega il direttore artistico Christian Jungen ai microfoni della Radiotelevisione della Svizzera italiana: “Abbiamo potuto viaggiare e andare a Los Angeles e a New York, incontrare la gente”. Un lavoro che è fruttato al festival un bel “gruzzolo” di prime mondiali ed europee (38 su 146). “Hollywood fa i peggiori e i migliori film che ci sono. Noi cerchiamo di avere i...